9 Pollini e meteo dal 26/03/2020 al 2/04/2020

Pollini
Le temperature basse di questi giorni faranno diminuire le concentrazioni dei pollini stagionali. Nei prossimi giorni inizierà a diffondersi il polline di Betulla. Sono segnalati anche i primi pollini di graminacee.
Meteo
Temperature minime in calo. Viene segalato tempo nuvoloso/variabile sino a domenica quando inizierà a piovere. La pioggia ci accompagnerà, dicono le previsioni, sino a giovedì 2 aprile.

NON TUTTI RICORDANO CHE …
Come fare a diminuire il contatto con i pollini cui si è sensibili?

1. Seguire le informazioni dei diari pollinici relativi alla propria residenza.
2. Impedire di aumentare nel proprio ambito di vita la presenza di pollini, ad esempio: non stendere la biancheria all’aperto, dato che esiste il pericolo che i pollini si attacchino ai tessuti bagnati. Lavare i capelli regolarmente ogni sera per evitare che i pollini rimangano attaccati ai capelli.
3. All’aperto portare sempre occhiali da sole. Essi hanno due effetti positivi: evitano il contatto di parte dei pollini con gli occhi e proteggono dalle irritazioni della mucosa degli occhi che durante la reazione allergica é più sensibile alla luce rispetto al normale.
4. Non praticare sport all’aperto quando c’è una forte concentrazione di polline (vedi diari pollinici). Più aria si respira, più polline si inala. Se si vuole praticare comunque dello sport approfittare delle ore mattutine o, ancora meglio, farlo nei giorni di pioggia o nelle palestre.
5. Programmare le vacanze nei periodi e in luoghi esenti da pollini cui si è allergici. Viaggiare in regioni povere di pollini, nei periodi meno favorevoli allo sviluppo dei pollini.
6. In alta montagna o al mare l’attività pollinica è in generale minore.
7. Nel giardino tagliare regolarmente l’erba e tenere conto che le persone allergiche non dovrebbero occuparsi direttamente di questa operazione. Durante lo sfalcio si liberano piccolissime particelle di aerosol dai gambi, che contengono sostanze allergeniche simili a quelle dei pollini.
8. Quando un locale viene chiuso la concentrazione pollinica nell’aria ambiente si riduce all’1% nello spazio di circa 10 minuti, é quanto avviene dopo aver chiuso una finestra. Evitare le turbolenze (per es. azionare ventilatori o simili nelle stanze), affinché i pollini depositati sul pavimento non vengano di nuovo sollevati. L’aria condizionata evita l’apertura delle finestre e quindi diminuisce il rischio di esposizione ai pollini.
9. Usare aspirapolveri muniti di filtro in grado di trattenere i pollini.
10. Quando possibile applicare alle finestre delle reti antipolline, in modo da poter ricambiare l’aria senza problemi.
11. Il ricambio dell’aria è preferibile effettuarlo tra le ore 22 e le ore 10 in quanto nelle ore notturne il polline tende a depositarsi al terreno.

IMMUNOTERAPIA SPECIFICA ANTI-ALLERGICA o VACCINO ANTIALLERGICO
Come ci si procura il vaccino antiallergico?
Il primo passo è la formulazione di una corretta diagnosi. Il vaccino deve essere prescritto dal Medico specialista dopo un’opportuna raccolta della storia del paziente e l’esecuzione di test.
A volte, prima di prescrivere un vaccino, è necessario un periodo di osservazione con redazione di un diario.
In ambito privato il vaccino viene ordinato direttamente all'azienda farmaceutica produttrice, che provvederà a prepararlo e spedirlo al domicilio del paziente.
In regione Lombardia, il vaccino è prescritto e ordinato direttamente dalle strutture ospedaliere, che poi provvedono a consegnarlo al paziente.