Urticacee - Parietaria

La famiglia delle Urticacee comprende circa 500 specie diffuse quasi in tutto il mondo. In Italia si presentano come piante erbacee perenni ed annuali, frequenti accanto ai muri. Le specie più diffuse nel nostro Paese sono la Parietaria (P.officinalis, P. diffusa) e l’Urtica (U. dioica, U. urens).

 

Parietaria (Erba muraiola)

Il genere Parietaria è originario di regioni a clima temperato-caldo, e comprende specie erbacee annuali o poliennali. Parietaria officinalis ha un aspetto cespuglioso e può raggiungere fino ai 60 cm di altezza. È presente soprattutto negli ambienti asciutti. Predilige le zone ombreggiate; si trova principalmente negli incolti, sulle rocce, sui vecchi muri.

Per la grande quantità di polline prodotto e per il periodo prolungato di fioritura, la Parietaria presenta un elevato rischio allergenico.

La Parietaria è cross-reattiva con basilico, piselli, more di gelso, ortica, melone, ciliegia.

 

Calendario fiorale: da marzo a ottobre

 

Secondo i miei dati personali, la sensibilizzazione per Parietaria è poco diffusa nei pazienti di Monza, che presentano sintomi prevalentemente da giugno a luglio, più raramente in agosto e settembre. Recarsi al mare spesso non attenua i sintomi, in particolare in luoghi dove la Parietaria è molto diffusa, come in Liguria.

 

Chi avesse già iniziato ad assumere i farmaci antiallergici prescritti deve continuare, sino alla fine della fioritura, secondo le indicazioni date in sede di visita.

 

Vi ricordo che la terapia antiallergica è una terapia globale: si consiglia di seguire le indicazioni che si trovano a questo link.

 

 

 

NOTA: tutte le informazioni botaniche di questo post sono estratte dal sito Arpa Emilia Romagna www.arpa.emr.it